Chi siamo

Il nuovo mezzo veloce GSTravel vi permette di approdare comodamente sulla costa croata in brevissimo tempo. Raggiungere finalmente Hvar, Dubrovnik o Medjugorie risulterà molto più facile ed economico.

Prossime partenze

Gio / 31/05/18

Lun / 04/06/18

Gio / 07/06/18

News

366 3815335

0875 82862

info@gstravel.eu

Top
Dubrovnik | GSTravel
fade
3559
destinations-template-default,single,single-destinations,postid-3559,mkd-core-1.1.1,mkdf-social-login-1.2,mkdf-tours-1.3.1,voyage-ver-1.5,mkdf-smooth-scroll,mkdf-smooth-page-transitions,mkdf-ajax,mkdf-grid-1300,mkdf-blog-installed,mkdf-breadcrumbs-area-enabled,mkdf-header-standard,mkdf-sticky-header-on-scroll-up,mkdf-default-mobile-header,mkdf-sticky-up-mobile-header,mkdf-dropdown-default,mkdf-side-menu-slide-with-content,mkdf-width-470,mkdf-medium-title-text,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
GSTravel / Dubrovnik

Dubrovnik

Ragusa (in croato Dubrovnik) è una città medioevale che fa parte della Dalmazia meridionale, iscritta nella lista dei patrimoni dell´umanità dell UNESCO. ``Coloro che cercano il Paradiso Terrestre devono venire a vedere Dubrovnik``.

Centro turistico e culturale
L’innegabile fascino e la bellezza di Dubrovnik risiedono nella sua lunga e ricca storia. Nel corso dei tanti secoli della sua esistenza, Dubrovnik si è affermata come una città indipendente e potente, grazie anche alla sua specifica posizione geografica, che ha senza dubbio contribuito al suo sviluppo economico e marittimo nell’Adriatico e nel Mediterraneo, mantenendo, nonostante la sua storia turbolenta, la propria autonomia economica anche durante i bui tempi medievali, e persino sotto la Repubblica Veneziana. Ma l’era più prospera di Dubrovnik comincia senza dubbio con la fondazione della Repubblica di Ragusa (l’equivalente italiano di Dubrovnik) nel XV secolo che fu la prima nazione europea ad abolire la schiavitù. L’era di prosperità e benessere raggiunse il suo apice nel XVI secolo con lo sviluppo del commercio marittimo e della marina locale, che fecero guadagnare a Dubrovnik uno dei primi posti tra la potenze commerciali del mondo. Come spesso accade in questi casi, la sicurezza finanziaria favorì la formazione di uno specifico stile di vita nella città: una cerchia di umanisti supportò l’esplosione della creatività, che diede frutti ancora oggi tangibili e visibili nell’architettura, nell’urbanistica, nella poesia, nella scienza e nella letteratura. Non a caso alcuni dei più celebri artisti croati vissero proprio in quel periodo, lasciando il loro segno indelebile. Ricordiamo, tra i tanti, i nomi di Marin Držić (Marino Darsa), Ivan Gundulić (Giovanni Gondola) e Ruđer Bošković (Ruggero Boscovich). Tra gli edifici più famosi di quel periodo citiamo la Chiesa di S. Biagio, la Cattedrale di Dubrovnik e il Palazzo del Rettore. Alla fine del XX secolo, la Croazia dichiarò la propria indipendenza, provocando così l’aggressione serba nel territorio. Dubrovnik fu tra le prime città ad essere attaccate nel 1991, soffrendo una brutale distruzione e numerosissime vittime. Gran parte della città fu devastata ma, grazie ad un prezioso restauro, Dubrovnik può conservare ancora oggi la sua inestimabile bellezza, che la rende una delle destinazioni estive più amate della Croazia.

Cosa visitare a Dubrovnik

Fontana di Onofrio
Costruita nel 1438 dal napoletano Onofrio della Cava, faceva parte di un acquedotto che portava l’acqua estratta a 12 km dalla città. In origine, la fontana era ornata di numerose sculture, ma venne gravemente danneggiata dal terremoto del 1667: della decorazione originale sono sopravvissute solo 16 maschere scolpite.

La Placa
La Placa, chiamata anche Stradun, rappresenta la via principale dell’Old Town e ne riflette tutta l’armonia. 300 metri di pietre bianche punteggiate di locali, caffè, negozi di souvenirs, chiese e palazzi. È qui che turisti e abitanti si riversano, di giorno per visitare la città e di notte per godersi gli spettacoli e i concerti all’aperto.

Palazzo Sponza
Il cinquecentesco Palazzo Sponza inizialmente era la sede della dogana, poi della zecca, della tesoreria di stato e infine di una banca. È uno degli edifici più superbi e magnificenti della città, col suo mix di stile gotico e rinascimentale. Oggi ospita gli Archivi di Stato con un’inestimabile collezione di manoscritti che risalgono anche a mille anni fa. Il palazzo, però, non è aperto al pubblico.

Palazzo dei Rettori
Eretto sul finire del XV secolo, il Palazzo è ornato di bellissime sculture. Utilizzato spesso per i concerti del Summer Festival di Dubrovnik, il palazzo era il centro amministrativo della Repubblica, la sede dei rettori che governavano la città. Oggi l’edificio è stato trasformato in un museo in cui sono custoditi abiti da cerimonia, ritratti, stemmi araldici, monete che rievocano la gloriosa storia di Dubrovnik. Nell’atrio, potrete ammirare la statua di Miho Pracat, che lasciò le proprie ricchezze in eredità alla collettività e fu l’unico cittadino comune in tutta la millenaria storia della repubblica ad essere onorato con una statua.

Cattedrale dell’Assunzione della Vergine
Sul lato opposto rispetto al Palazzo dei Rettori si erge la Cattedrale dell’Assunzione della Vergine. La chiesa fu costruita nel XII secolo grazie ad una donazione del re inglese Riccardo Cuor di Leone, che trovò scampo da un naufragio nella vicina isola di Lokrum durante la terza Crociata. Nel tesoro della Cattedrale sono conservate le reliquie di San Biagio e altri 138 reliquiari in oro e argento. Molti dipinti di carattere religioso coprono le pareti della cattedrale, tra cui il polittico dell’Assunzione della Vergine, proveniente dalla scuola di Tiziano.

Monastero Francescano
Adiacente alla Chiesa di San Salvatore si trova il Monastero francescano. All’interno della chiesa è ospitata la tomba del poeta Ivan Gundulic. Nel complesso del monastero si apre il chiostro, una delle più belle strutture tardo romaniche presenti in Dalmazia.

Colonna di Orlando
All’estremità orientale della Placa c’è Piazza Luza e la Colonna di Orlando, sormontata dalla statua bronzea di un cavaliere medievale. Secondo la leggenda, Orlando salvò Dubrovnik dall’invasione saracena, sconfiggendo gli invasori nei pressi dell’isola di Lokrum. Punto d’incontro dei giovani croati, in passato era il luogo in cui venivano proclamati gli editti, annunciate le feste ed eseguite le sentenze.

Attrazioni a Dubrovnik

Sede del Festival estivo, rassegna internazionale dei maggiori successi musicali e drammatici, e nello stesso tempo anche la cittá dei musei, tesori e gallerie. A causa di tutto ció Dubrovnik vi offre non solo svariati avvenimenti e ricche esperienze turistiche, ma anche un completo riposo nell’ ambiente quieto e calmo di un mite clima mediterraneo e di paesaggi pittoreschi. Molte sono le possibilità di divertimento offerte. Mostre d’arte, rappresentazioni teatrali, cinema e tanto, tanto sport. Escursioni in battello con fish picnic alle vicine isole, immersioni, kayak e canoa, pallanuoto, beach volley, escursioni, arrampicate, equitazione e tanto altro ancora. Se siete amanti della pesca, Dubrovnik e tutta l’area circostante fanno proprio al caso vostro: potrete rilassarvi a pescare su una scogliera o immergendovi armati di fiocina. La spiaggia più vicina alla città vecchia si trova appena oltre il Lazareti, fuori da Porta Ploce. Per le spiagge naturiste, invece, dovrete recarvi nella verdeggiante Lokrum.

Dintorni di Dubrovnik

L’intera regione di Dubrovnik è molto famosa per i suoi paesaggi suggestivi, il clima mite, il verde e lo spettacolo delle sue cittadine. Una gita alle Isole Elafiti offre una splendida occasione per sottrarsi almeno un giorno alla folla dei vacanzieri estivi. A pochi chilometri da Dubrovnik c’è Cavtat, minuscola cittadina disposta attorno ad una baia tutta spiagge. L’isola di Mljet, sempre nel territorio di Dubrovnik, è forse l’isola più seducente dell’Adriatico. Oltre il 70% del suo territorio è coperto da boschi, mentre la restante parte è tutta vigneti, campi coltivati e piccoli villaggi. Da Dubrovnik si può raggiungere anche Korkula, sesta isola dell’Adriatico per grandezza., meta molto gettonata dai turisti. Famosa soprattutto per le sue belle spiagge, il suo mare grigio-azzurro, i suoi tetti rossi, le palme. Con tre ore d’auto potrete giungere da Dubrovnik a Mostar, la capitale non ufficiale dell’Erzegovina, costruita lungo il fiume Neretva. Nei dintorni di Dubrovnik trovate anche Zaton, tipica cittadina dalmata, con le sue costruzioni in pietra circondate dai colli; e Ploce, importante porto per Dubrovnik e per la Bosnia Herzegovina. Tre ore di autobus, invece, dividono Dubrovnik da Makarska, graziosa cittadina dalle bellissime spiagge di ciottoli.